logo

Se di colpo scoppia il caso

Questi sono appunti periodici in formato blog, cioè una sorta di diario veloce, che prendono spunto dalla stretta attualità per commentare e stimolare la riflessione.

Secondo le specifiche professionalità e competenze di ciascuno degli scriventi.

 

Partiamo da come i media, ad ondate periodiche, trattano il fenomeno dei debiti e delle crisi economiche delle famiglie. Non sempre c’è una logica chiara nella scelta delle notizie, e questo, a dire il vero, è un problema generale e di lungo corso.

Ma ci si domanda perchè a volte un testo o un documento, che per un certo periodo rimane nascosto, di colpo emerge e fa clamore.

E’ quanto è successo con la ricerca della Banca d’Italia sui mutui in Italia e le famiglie, pubblicata nell’ottobre scorso e relativa a dati del 2007. All’improvviso, pochi giorni fa esattamente il 9 dicembre, i giornali ne hanno parlato e hanno dato risalto alla difficoltà per le famiglie italiane di pagare con regolarità. Nulla di nuovo, è ciò che qualcuno sta dicendo con allarme da tempo. E c’è da aggiungere anche: “meglio tardi che mai”.

Solo che il dato citato, relativo appunto all’anno 2007, era precedente alla grave crisi scoppiata nel 2008 e ancora in corso. Ora, purtroppo, quel 5% di mutuatari che va in sofferenza, potrebbe essere sottostimato. Qualcuno si prenderà la briga di verificare? Ci sarà spazio anche per un rilievo più aggiornato e ragionato? Ci proverà qualche organo di informazione a fare un piccolo controcanto, o almeno un passo avanti in ricerca e analisi senza limitarsi a seguire l’onda comune nata dall’offerta comoda e sicura di una fonte autorevole? O solo perchè qualche agenzia ha scoperto il documento e messo in rete il testo bisogna che – a ruota – tutti in qualche modo ne parlino?

Vittorio Sammarco

Leave a Reply




Lascia questi due campi così come sono:

Protetto da Invisible Defender. E' stato mostrato un 403 ai 1.149.280 spammer.